home page      chi siamo      attività     dove siamo      calendario gare       campi di gara      risultati e classifiche      news    album  

 

 

 

 

Stefano Riccardi, alla sua prima finale chiude 110° in classifica generale. Una finale sicuramente falsata dall'acqua torbida della seconda prova, dove in molti ne hanno pagato dazio, tra questi anche Riccardi. Infatti il nostro agonista, al termine della prima prova era ben piazzato, al 77° posto, con 17 trote, poi la domenica mattina l'amara sorpresa, il fiume Noce presentava un'acqua torbidissima che rendeva la pescata al limite del possibile, soprattutto nei settori a valle. Il sorteggio assegna a Riccardi il settimo settore, il peggiore di tutti per numero di catture, per lui una sola trota nel cestino al termine della gara, il primo chiude con sette trote ed il campione del mondo in carica, "un certo" Marino Poloniato conclude a cinque trote. «Un'esperienza comunque meravigliosa, peccato che mi sono reso conto troppo tardi per quello che avevo realizzato. Arrivare in finale, è servito soprattutto a convincermi che il nostro livello non è di tanto inferiore a quello di questi campioni, basterebbe avere un poco di astuzia in più e una maggiore dimistichezza nel manovrare gli attrezzi», ci dichiara Riccardi.

        

Il podio finale: 1° Stefano Boschiazzo (SV), 2° Gilberto Colombo (BG), 3° Eros Todeschini (BG).

nella foto a destra, Stefano Riccardi in gara con il campione del mondo in carica Marino Poloniato (TV).

Classifica finale